Vai al contenuto

Non mi fido più di nessuno

  • di

ciao Dreamers,

oggi parleremo di fiducia e soprattutto di quel momento in cui giuri a te stesso che non ti fiderai mai più di nessuno.

Quante volte ci è capitato di maledire quell’istante in cui abbiamo deciso di fidarci di qualcuno per ancora una volta ed abbiamo preso l’ennesima delusione… poi spesso capita che te la prendi proprio con te stesso perché alla fine se la gente continua deluderti è colpa tua che glielo permetti e non ci sono scuse ragazzi. Solo che per l’ennesima volta ti eri illuso di poterti fidare e così ti sei lasciato andare… però nel momento in cui ti lasciavi andare sapevi già che stavi facendo una cazzata e che prima o poi anche quella persona ti avrebbe deluso.

Da piccoli partiamo sempre tutti con una grande fiducia verso il prossimo quasi come se nessuno possa veramente ferirci o farci del male o deluderci… poi in realtà con le prime delusioni prendiamo tutti delle batoste incredibili che ci fanno stare sotto per un bel pò di tempo… quindi ho capito che più passano gli anni più accumulo esperienze e meno tendo a fidarmi, anzi a volte mi chiudo proprio in me stesso e faccio veramente fatica a dare confidenza. Per alcuni questo atteggiamento lo vedo come un tentativo di tirarsela, ma in realtà non riescono a capire che è semplicemente un sistema di autodifesa.

Io credo che quelli che sono un pò amici di tutti in verità non sono amici di nessuno, perché se tu hai del tempo da dedicare a mille persone non avrai mai tempo a sufficienza da dedicare a quelle poche che vorresti conoscere veramente fino in fondo. Così col passare del tempo si diventa molto più selettivi… a volte adottando questo atteggiamento si passa anche un pò per stronzi, però è l’unico modo secondo me per selezionare bene le persone che avremo accanto. E’ brutto, lo so, però col tempo cerchi di farti le spalle grosse e provi in qualche modo a limitare i danni.

E così, se ci pensate, rifai ancora la selezione finché nella tua vita restano veramente poche persone e sono quelle poche veramente di cui vi potete fidare.

Non so se vi è mai capitato, a volte, di sentirvi dire “è possibile che hai così pochi amici?” ma non hai bisogno di altri amici… hai bisogno di persone che entrando nella tua vita siano veramente essenziali, non solo utili come riempimento e che diventino solo un numero da dover contare.

Mi ricordo che quando ero ragazzino avevo mille amici, nuove situazioni, persone che vedevo, incontravo… però col tempo ho capito che tutte quelle persone che chiamavo “amici” in realtà erano solo conoscenti o persone che hanno fatto parte marginalmente della mia vita… con il passare del tempo ci si costruisce un giro ridotto di amicizie e molto spesso è difficile che in quella cerchia ristretta possa entrare qualche altra persona.

Forse cerchi crearti il tuo scudo… solo che ad un certo punto capisci che la fortezza che ti crei non è così inespugnabile.

A volte però ci penso, ma ci penso seriamente e mi viene un pò il magone… è brutto pensare che noi diventiamo così diffidenti… lo so che lo facciamo per proteggerci però è insopportabile pensare che quasi in

nessun caso noi possiamo avere la possibilità di mostrarci fragili davanti alle altre persone, perché spesso queste persone sono le prime a colpirci… e quando colpiscono fanno davvero male… conoscono molto bene le nostre fragilità e il nostro livello di vulnerabilità.

Saremmo sicuramente tutti più sorridenti se non dovessimo continuamente guardarci le spalle, ogni giorno. Sono un sognatore, lo sapete, ed è normale che non vivo bene questa sofferenza… questa mancanza di fiducia.

A volte mi incazzo da solo perché sembro brusco a non dare confidenza a determinate persone, che magari in verità mi hanno ancora fatto nulla, ma chi la vive come me sa che subentra un meccanismo di autodifesa che è quasi impossibile da controllare.

Mi infastidisce pensare che delle persone innocenti paghino le conseguenze del male che mi hanno fatto altre persone, però, parliamoci chiaro… e qui stiamo parlando in maniera molto confidenziale… non c’è un cazzo da fare… subentrano nella nostra testa delle cose che non ci permettono di lasciarci andare fino in fondo.

Ognuno di noi ha una storia diversa, ognuno di noi ha esperienze differenti, però chi vive in maniera viscerale queste cose sa che il male è difficile da dimenticare… magari si archiviano le situazioni, fingiamo di essere forti abbastanza da andare avanti ma purtroppo le ferite nell’anima non riescono a rimarginarsi così facilmente… e quindi questo dolore ci segna per tutta la vita e per i rapporti che avremmo a seguire… quanto fa schifo vedere tutti si stanno divertendo stanno sorridendo e tu invece non sei a tuo agio, non riesci a star bene, a lasciarti andare fino in fondo.

In quel momento ti senti tu in difetto.

Non mi fido più di nessuno

Leggi i miei romanzi:

 A un battito da te https://amzn.to/3zEaRqk

 Schiavi dei sogni https://amzn.to/3zv0m8s